Ucelùt: il vino autoctono da portare su un’isola deserta

In occasione di Autochtona, evento dedicato ai vini da vitigni autoctoni, condividiamo con orgoglio e gratitudine la risposta di Stefano Malagoli, co-organizzatore dell’evento, che alla domanda del giornalista Raffaele Cumani “quali sono gli autoctoni italiani che portereste su un’isola deserta”, risponde così:

“È una domanda difficile considerando l’incredibile numero di vitigni autoctoni presenti in Italia. Ne citerò uno solo: l’Uceluùt. È un antico vitigno, presente nel Friuli occidentale, coltivato da secoli esclusivamente nell’area collinare che si trova tra i comuni di Castelnovo del Friuli e Pinzano al Tagliamento. Se vogliamo può essere considerato un po’ il simbolo della manifestazione, perché legato ad uno specifico territorio e perché recuperato da un vignaiolo con passione e perseveranza, che da anni segue e crede in quel che stiamo facendo con Autochtona a Bolzano per accendere i riflettori sul patrimonio di biodiversità del nostro Paese”.

Clicca qui per leggere l’articolo completo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *